Eventi

 

 

• Scarica il programma completo


• Tributo alle donne


• I luoghi del Buon Vivere

 

• Anteprima Buon Vivere - Maratona Alzheimer

 

• Il Buon Vivere oltre il Buon Vivere


Clicca sulle palline per gli eventi giorno per giorno



 

 


La Settimana del Buon Vivere è l'occasione di mettere in rete una serie di eventi che insieme esprimono,
nel territorio di Forlì-Cesena, la filiera del Buon Vivere.
Come ogni anno la Settimana del Buon Vivere ospiterà incontri, convegni, spettacoli
di importanti esponenti del mondo della cultura, della scienza e dello spettacolo.

 

Quando il Buon Vivere vince sul Sopravvivere e fa nascere, ogni giorno, il FUTURO.

La Quarta edizione della Settimana del Buon Vivere ha vinto su ogni idea di sopravvivenza che la crisi spesso provoca, consolidandosi, ancor di più, nel suo impegno a essere un luogo in cui il futuro da trasportare, seppure fragile, non si arrende ma trova sempre nuova energia, idee, motivazione e spinta. Non si ferma e non si accontenta.

 

 

Che la crisi non sia un’opportunità ormai ci è ben chiaro. Che il presente sia l’unica opportunità di buon futuro deve diventare culturalmente scontato. 

 

La Settimana del Buon Vivere è per chi non sosta su un presente ostaggio della crisi. È per quanti, nella forza del NOI e della coesione trovano la fiducia, le idee e l’orgoglio per creare un diverso sviluppo, equo e responsabile. È per i protagonisti di un’epoca che vogliono invertire il corso negativo di questa pagina di storia affinché anche il loro pezzo di presente diventi base per un futuro migliore. Per coloro che non vogliono essere la prima generazione non in grado di farlo.

Centralità del Buon Vivere sono le PERSONE; generi, generazioni e culture straordinariamente inscindibili. Ossia, il PONTE verso ogni cambiamento possibile. Il Ponte che parte dal presente conducendolo nel giusto e non nel suo contrario; nell’equità e non nel suo contrario; nella parità e non nel suo contrario; nel bene comune e non nei tentativi di avvicinamento da farci bastare; nella giustizia e non nel suo contrario; nel diritto alla salute e non nel suo contrario; nel rispetto e non nel suo contrario; nella tolleranza e non nel suo contrario; nella solidarietà e non nel suo contrario. Nell’educazione e nel Sapere. E dal sapere alla Cultura. La cultura della convivenza civile, giusta, moderna e intelligente che genera donne e uomini liberi e un domani consapevolmente migliore. 

Non il suo contrario!

In questi quattro anni abbiamo trasformato il nostro evento in un impegno quotidiano che, mai come ora, deve essere la spinta per chi, ancora, è seduto ad aspettare. Il tempo sospeso è tempo perso mentre il futuro ci bussa alla porta… pronta a nascere ogni giorno.